2016/2017 “Finalmente l’Amleto”

finalmente_amleto

HAMLET ISN’T JUST HAMLET. OH, NO. NO.
OH, NO.
NO, HAMLET IS ME…

Da quattordici anni (ri)facciamo teatro al Liceo “Galilei”.
Da quattordici anni ci chiedono l’Amleto
Ed eccolo, finalmente, il nostro “Amleto”, che trae ispirazione e canovaccio dal film Nel bel mezzo di un gelido inverno (In the bleak midwinter, 1995) del celebrato interprete shakespeariano e regista nordirlandese Kenneth Branagh.
Finalmente l’Amleto è una pièce metateatrale che rappresenta un tentativo di rappresentare l’Amleto. Non è Amleto, ma la storia di gente di teatro che si rispecchia nel giovane principe danese e nei suoi dilemmi, resi un po’ più prosaici e quotidiani.
Chi tiene i fili della vicenda è Joe Harper, attore-regista disoccupato, indebitato, nevrotico e in crisi di identità. Joe vuole dare una svolta alla propria carriera, ma soprattutto alla propria vita: ha deciso di mettere in scena una “produzione libera e sperimentale” dell’Amleto. Dove? Nella vecchia chiesa sconsacrata del suo paese natale, Hope (‘Speranza’), un villaggio della vecchia Inghilterra minacciato dallo spopolamento e dalle mire speculative di un “maledetto costruttore”. Quando? La vigilia di Natale. Non proprio una serata adatta a rappresentare “una storia che parla di un aristocratico depresso del Seicento”.
Dopo una serie di grotteschi quanto disastrosi provini, la compagnia è formata: un trasformista ubriacone, una drag queen, un attore che sta invecchiando e non ha mai interpretato un classico, un’attrice che ha sempre interpretato Peter Pan e vorrebbe crescere, un salutista belloccio che si dice capace di riprodurre qualsiasi accento, una miope aspirante Ofelia che dovrebbe portare gli occhiali, ma “senza può vedere l’aura”. Hanno tutti “fame di teatro”, pochi soldi, una vita e una carriera da riscattare. Pochi giorni di prove per non fallire. 
Joe dovrà dare vita ad Amleto destreggiandosi tra costumi improbabili, scenografie fumose, contratti in bilico, debiti, ubriachezza, frustrazioni, incomprensioni, vanità, corteggiamenti e, soprattutto, affrontando un dilemma: scegliere la carriera e i soldi (magari recitando in un film hollywoodiano di fantascienza) o il teatro e l’amore?
s.f.

Personaggi in ordine di apparizioneJoseph Harper (Joe)
Margaretta D’Arcy (Margie)
Provinante con cartello
Uomo con la gobba
Henry Wakefield
Tom Newman
Provinante con burattini
Carnforth “Variante” Greville (Keith Branch)
Terry
Vernie
Nina
Molly Harper, sorella di Joe
Fadge (Mildred)
Dylan JadPersonaggi dell’Amleto
Bernardo
Francisco
Orazio
Marcello
Re
Laerte
Polonio
Regina
Amleto

Altri personaggi
Nancy Crawford
Una giornalista del “LondonTimes”
Tim, figlio di Terry
Madre di Nina

InterpretiLuca Fornasier
Matilde Moretto
Rossella Lazzarini
Camilla Novella
Leonardo Angellotti
Davide Rossi
Margherita Paraguay
Leonardo Pellegrini
Alberto Giulio Fasolato
Giorgia Busato
Ludovica Rorato
Giulia Gusso
Elena Miotto
Un tappo
Sandra Solida
Alice Pasqual
Carlo Canzian
Camilla Novella
Rossella Lazzarini
Francesco Zorzetto
Luca Beltramello
Jasrin Kaur
Riccardo Pasti
Sara Cappelletto
Marta Pietrusa
Daniele Pontillo
Margherita Paraguay

Regia di 

Responsabile del Progetto-teatro è la professoressa Stefania Fiocchi, che ha curato anche la scelta delle musiche e ha realizzato, in collaborazione con Cristina Bincoletto, docente ITP, la locandina dello spettacolo.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest